ISCOM - Istituto Superiore delle Comunicazioni e delle Tecnologie dell'Informazione

Laboratori

Valutazione QoS Multimediali

Quality of Service (QoS) e Quality of Experience (QoE)

Con il laboratorio  per la valutazione della Qualità dei Servizi multimediali” (Lab QoS), l’Istituto Superiore è dotato di risorse professionali e strumentali per esaminare ed analizzare gli aspetti di qualità delle reti di telecomunicazioni, dei suoi contenuti e di come questi possano essere percepiti dall’utente finale.

Laboratorio Valutazione QoS Multimediali: foto 1

Laboratorio Valutazione QoS Multimediali: foto 2

Laboratorio Valutazione QoS Multimediali: foto 3

Laboratorio Valutazione QoS Multimediali: foto 4

In particolare, le attività del laboratorio riguardano:

• valutazioni della qualità di contenuti audio e video mediante metodi soggettivi e oggettivi;
• verifiche della QoS “End to End”;
• partecipazione ai tavoli tecnici dell’AGCOM sulla qualità dei Servizi (Delibera 244/08/CSP)
• misure dei livelli di trasmissione nei media radio televisivi;
• registrazioni audio per acquisizione di database vocali;
• partecipazione alle attività di standardizzazione in ambito ITU_T nel settore della QoS e della QoE.
 

Caratteristiche del laboratorio:

Una delle peculiarità del laboratorio è la camera afonica in cui si eseguono prove di qualità su contenuti audiovisivi. Le camera ha dimensioni pari a 6,85x3,65x2,40(h) metri, ha un isolamento acustico verso l’esterno di 40 dB a partire dalla frequenza di 500 Hz, mentre il suo tempo di riverberazione all’interno è compreso tra 0,5 e 0,3 secondi.
La camera è inoltre dotata di strumentazioni hardware e software che consentono di avere:

• il controllo automatico delle prove soggettive;
• le condizioni di osservazione in accordo con le raccomandazioni ITU-R (video broadcasting) e le raccomandazioni ITU-T (applicazioni multimediali);
• l’affidabilità dei risultati e la loro confrontabilità con quelli ottenuti in altri laboratori in condizioni di osservazione/ascolto conformi alle normative ITU.

Laboratorio di accessibilità

Il laboratorio QoS ha nel suo interno una specifica area di lavoro dedicata ai temi dell’accessibilità.
Le attività  in questo ambito riguardano in particolare:

• consulenze e valutazioni tecniche a terzi per l’accessibilità di sistemi informatici in base alle linee guida WCAG 2.0 e ai requisiti previsti dalla legge n. 4 del 9 gennaio 2004 e sue successive modifiche;
• monitoraggio per la verifica dell’accessibilità e dell’usabilità del sito web del Ministero dello Sviluppo Economico;
•conduzione di corsi specifici di formazione e di seminari rivolti al personale delle Pubbliche Amministrazioni e per conto della Scuola di Specializzazione in TLC dell’Istituto Superiore.

Il laboratorio ha inoltre partecipato e contribuito in diversi progetti di ricerca nel settore., tra cui i progetti MediAccess e MediAccess Plus per l’accessibilità e l’usabilità always-on e la valutazione di piattaforme e terminali di accesso a reti e servizi multimediali. In questo ambito,  ha condotto le attività osservatorio con l’obiettivo di valutare e analizzare l’accessibilità e l’usabilità di un campione di siti web delle P.A., fruiti anche attraverso dispositivi mobili.

Laboratorio di usabilità

Le finalità perseguite nel progetto MediAccess hanno dato modo di estendere le attività del Lab QoS anche nel campo dell’usabilità attraverso la realizzazione di uno specifico laboratorio di sperimentazione.
Nel laboratorio è possibile effettuare valutazioni di usabilità tramite:

• prove con utenti reali;
• metodi euristici;
• simulazioni cognitive;
• protocollo eGLU per l’esplorazione dei siti web delle P.A., realizzato dal Gruppo di Lavoro per l’Usabilità e promosso dal Dipartimento della Funzione Pubblica.

 http://www.funzionepubblica.gov.it/glu
 http://focus.formez.it/content/usabilita-basso-costo-protocollo-eglu-10-e-sito-web-ministero-sviluppo-economico.

 Il laboratorio è strutturato in 2 aree, la sala di controllo e quella di postazione per le prove con gli utenti. Quest’ultima sala riproduce un abituale ambiente domestico e condizioni di confort ottimali per lo svolgimento dei test. I due locali sono suddivisi da una parete provvista di vetrata unidirezionale che permette l’osservazione e il controllo a distanza delle prove.

Telelavoro e tecnologie assistive

Nell’ambito di MediAccess è stato possibile attivare un progetto pilota per la sperimentazione di postazioni di telelavoro fornite di tecnologie assistive per utenze disabili (http://www.isticom.it/telework).
La sperimentazione che si è avvalsa dell'esperienza di una dipendente con profilo tecnico qualificato e portatrice di handicap motorio, ha consentito di realizzare una postazione di telelavoro personalizzata con una serie di tecnologie adatte al raggiungimento dell'autonomia e alla valorizzazione delle potenzialità residue del disabile.
Il percorso progettuale ha dimostrato quanto possano  essere inclusive le ICT e le tecnologie assistive utilizzate nei luoghi di lavoro. Alla fine dei due anni di sperimentazione, il disabile coinvolto nel progetto che prima era una risorsa totalmente inutilizzata è ora completamente integrato nelle attività.
Il progetto di telelavoro, presentato in diversi seminari e ai Master del Forum PA, è anche segnalato come buona pratica nella guida per i medici del lavoro “Idoneità alla mansione e sclerosi multipla” dell’AISM (Associazione Italiana Sclerosi Multipla).

Attività di ricerca:

Anteprima filmato

Filmato: “MediAccess: Telelavoro e Tecnologie Assistive”

Presentazione di un progetto ISCOM, nato all'interno del Progetto MediAccess, sull'uso di tecnologie assistive nel telelavoro.

Informazioni - Laboratorio Valutazione QoS Multimediali

Direttore Divisione III Dott. Antonello Cocco

Responsabile: ing. Giancarlo Gaudino
Tel.: +39 06 5444 2682
Cell: +39 3389049004
e-mail: giancarlo punto gaudino chiocciola mise punto gov punto it

Laboratorio
Tel.: +39 06 5444 2680
e-mail: laboratorio punto qos chiocciola mise punto gov punto it